FDI. Riunione della delegazione leccese verso Trieste. “De Luca: i nostri peggiori avversari? Spesso i nostri alleati”

Riunione della delegazione leccese in partenza per il II° Congresso Nazionale di Fratelli d’Italia del 1-2-3 dicembre presso la Federazione provinciale.

Dopo la lunga e dettagliata relazione del Portavoce provinciale Pierpaolo Signore e l’intervento del Consigliere Regionale Saverio Congedo, sono intervenuti i delegati. Si è discusso oltre che dell’organizzazione del Congresso, di una proposta politica che parte dal Sud.

Molto dettagliato l’intervento del Presidente del Consiglio Comunale di Novoli che ha rilanciato l’idea di una proposta organica di riordino territoriale, con 36 nuove macroprovince secondo il disegno dell’Associazione geografica italiana. De Luca ha sostenuto l’importanza di una proposta forte he caratterizzi il Salento.

Il discorso si è spostato sull’importanza della battaglia nazionalpolare e soprattutto contro “TAP.

De Luca ha detto che  è una battaglia che deve vedere protagonista Fratelli d’Italia.

“Noi a differenza delle sinistre di tutte le specie che sono state al governo della nazione e della regione, siamo gli unici che possono rappresentare il popolo contro i portaborse della sinistra che rappresentano le lobby. Noi al rientro da Trieste, dobbiamo andare a dire la nostra a Melendugno. Dobbiamo sostenere e contribuire a  ricompattare il fronte del No degli amministratori”.

Infine, De Luca  ha sottolineato lo scivolone del Presidente della Provincia Antonio Gabellone. “Sono stupito dallo sbandamento politico dei fittiani. Si stanno progressivamente estinguendo. Gabellone ha rischiato di far spaccare il fronte di popolo dei Sindaci del Salento per il no. Penso che quella sua apertura avrà ripercussioni in futuro sulla Presidenza della Provincia. Molti si sono convinti che ci debba essere un cambio in provincia. Purtroppo i nostri alleati a volte sono i nostri peggiori avversari. Basta vedere quello che è successo a Novoli, dove un Consigliere Regionale di Direzione Italia, Luigi Manca, perde la  bussola ed attacca un Sindaco del suo stesso schieramento. “Il Sindaco di Novoli sta operando molto bene ha affermato De Luca, va sostenuto. Manca non sa’ nulla della situazione, non si può entrare a gamba tesa sui problemi giusto per legittimare una propria visibilità. Io ritengo sia ingenuità ed inesperienza politica, essendo alla sua prima esperienza produce danni che dimostrano chiaramente che il gruppo fittiano è allo sbando totale”.

Solidarietà al Sindaco di Novoli è stata espressa da De Luca in presenza di tutto il Direttivo provinciale del partito di Giorgia Meloni.

L’esempio Novoli come punto di riferimento per trovare compattezza nel centrodestra.

Precedente Novoli. FUSIONE DEI COMUNI De Luca: scelta convinta e virtuosa. Successivo Fratelli d'Italia. A Congresso fra storia e futuro.

One thought on “FDI. Riunione della delegazione leccese verso Trieste. “De Luca: i nostri peggiori avversari? Spesso i nostri alleati”

  1. Sempre dettagliate e incisive le considerazioni di Giovanni De Luca. Ha indicato la strada per rendere piu’ visibile la presenza di FdI sul territorio.

I commenti sono chiusi.