Lecce. ARCI: “Aprite i porti”, il web li affonda. E’ un sentimento umanitario o anche altro? 

Sit-in “Aprite i porti” promosso da Arci e tenutosi a Lecce.  Una scelta secondo gli organizzatori dal preciso significato ossia: “manifestare contrarietà alla decisione del Ministro Salvini di impedire ad Aquarius l’approdo in un porto italiano”.

La vicenda è quella della nave Aquarius carica di migranti. Arci Lecce ha promosso un sit-in davanti alla Prefettura per dire che, invece, occorre “respingere la disumanità” poiché sul tema ritengono di  potersi esprimere liberamente come comuni cittadini, senza farsi interpreti di una intera comunità”. Infatti la comunità all’unisono li sommerge e li affonda di messaggi di dissenso. 

La gente è stanca e non ne può più. C’è ormai una totale insofferenza verso questo tipo di associazioni e comportamenti, si tratta di capire solo che cosa rappresenti per questa gente l’accoglienza. E’ un sentimento umanitario o anche altro?

Precedente I 10 Sindaci salentini hanno un nome e cognome. Successivo POVERTA'. AZZERA IL DEBITO! LO SCANDALO DELL'INDEBITAMENTO DEI PAESI POVERI

Lascia un commento

*